Un’esperienza incredibile, entusiasmante, unica nel suo genere: due viaggiatori, un camper, un itinerario di 16.000 chilometri attraverso otto stati.

Un percorso non convenzionale fuori dai luoghi battuti dal turismo di massa, alla ricerca del contatto con la natura, tra strade inedite, trekking, vita selvaggia, notti sotto le stelle, osservazione delle specie vegetali e animali che sono il simbolo dell’ecosistema stesso in cui vivono dal Mar Mediterraneo fino a Capo Nord.

È questo lo spirito di “Camper Wild Trek, dall’Etna a Capo Nord” sostenuto da Guna, azienda tra i leader nella medicina low-dose che da oltre 10 anni ha sviluppato la Nutraceutica Fisiologica, un metodo basato su strategie di prevenzione che rispettano la corretta fisiologia del corpo umano.

Guna fornirà un kit di integratori che aiuteranno il torinese Fabrizio Rovella e il messinese Nino Lentini ad apportare la giusta dose di nutrienti, aminoacidi essenziali e principi attivi per sostenere l’organismo in situazioni con ritmi impegnativi e di forte stress fisico e mentale.

Ricordiamo che Rovella è uno dei massimi esperti italiani di Sahara e di viaggi “avventura”, mentre il camperista messinese Lentini, classe 57, esce dal deserto, suo ambiente naturale dopo molto tempo, per partire dal Mediterraneo e andare verso i ghiacci e il freddo del nord.

Il viaggio già in corso, durerà circa 45 giorni e prevede il pernottamento fuori da strutture ricettive.

I due viaggiatori potranno osservare la natura ed essere testimoni di eventi meravigliosi, tra questi la nidificazione di rare specie di volatili come la Pulcinella di mare.

Trascorreranno giornate all’insegna del trekking in alcuni dei più bei parchi naturali europei, con un particolare focus sulle aree più selvagge d’Italia.

Per questo secondo Alessandro Pizzocaro, fondatore e presidente del CdA di Guna, i due sono gli ambasciatori ideali per interpretare lo stile di vita, di prevenzione e di benessere che l’azienda promuove grazie alla sua linea di integratori.

La partenza è stata il 16 maggio scorso e nei 16.000 chilometri previsti saranno attraversati gli stati di Italia, Francia, Germania, Danimarca, Svezia, Finlandia, Norvegia e Austria. Il veicolo scelto per compiere questa impresa per la quale sono importanti affidabilità e comfort, è motorizzato Fiat Ducato.