Il raduno, che ha visto il paese altomolisano popolato da turisti giunti da ogni parte d’Italia è stato organizzato dall’Isernia Camper Club, in collaborazione con l’Unione Club Amici, alla presenza del responsabile nazionale del progetto, Gabriele Gattafoni.

L’associazione, rappresentata dal Coordinatore per l’Abruzzo, Lazio e Molise, Benedetto Sinagoga, ha consegnato al sindaco un attestato di “Comune Amico del Turismo Itinerante”, titolo dall’indiscusso valore, perché consente l’inserimento dell’area attrezzata nelle riviste specifiche per i turisti del settore, permettendo di far conoscere Pietrabbondante anche a chi non ha mai visitato il Molise, generando la possibilità di visita da parte di persone interessate a una certa forma di turismo.

Arrivando nel paese, già dalla serata di venerdì, si nota l’area camper piena di turisti, alcuni mezzi, giunti per il concomitante raduno, hanno sostato lungo le strade del paese, con alcuni mezzi nella piazza centrale, davanti al monumento dedicato al Guerriero Sannita.

La giornata di sabato 25 è iniziata con un convegno, presso la sala del Consiglio Comunale dove, alla presenza del consigliere regionale con delega al Turismo, Domenico Di Nunzio, il sindaco di Pietrabbondante, Giovanni Tesone, ha illustrato il progetto, presentando le potenzialità che il turismo di categoria offre per realtà territoriali dall’indiscussa bellezza paesaggistica, ma dalla scarsità di strutture ricettive di tipo alberghiero.

La presenza dell’area camper attrezzata consente a realtà come quella rappresentata da questi paesini dell’alto Molise la presenza di turisti interessati a scoprire territori che non fanno parte dei circuiti turistici tradizionali, ma che molto hanno da offrire sia sotto il punto di vista naturalistico che storico culturale.

“Bisogna incentivare le presenze turistiche nel nostro territorio – ha affermato il Sindaco Tesone – proprio per questo motivo la nostra Amministrazione ha voluto la realizzazione dell’area sosta, grazie alla quale Pietrabbondante può aumentare la sua offerta”.

Gli fa eco Ivan Perriera, responsabile dell’Isernia Camper Club e Coordinatore Nazionale, dell’Unione Club Amici, che ha ricordato come il turismo dei camper non è considerabile come povero, la media dei camperisti è attestata a un buon livello socioeconomico, e la scelta di passare le proprie vacanze su un mezzo a quattro ruote risponde a una voglia di libertà, di minori vincoli, di rispetto della natura. I turisti che si fermano con il camper in un territorio alimentano l’economia locale, perché in ogni caso frequentano i negozi dei paesi visitati, per l’acquisto dei beni alimentari, di oggettistica, si ritrovano nei bar e nei ristoranti dei luoghi scelti per la villeggiatura.

“La Regione Molise sta puntando molto sul turismo sostenibile e di qualità – ha aggiunto il consigliere regionale Di Nunzio – aiutando progetti interessanti come questo di Pietrabbondante. Un territorio con le caratteristiche come le nostre può rappresentare un’attrattiva interessante per il turista che non cerca la località affollata, puntando su scelte compatibili col territorio”. Al convegno è intervenuto Claudio Papa, imprenditore del territorio, che ha sponsorizzato spesso le iniziative del Camper Club Isernia, che ha posto l’accento sulle opportunità che questa iniziativa può rappresentare per tutta la filiera produttiva regionale. Un territorio visitato, del quale viene apprezzata la bellezza dei territori, dei paesi, la bontà del cibo, ottiene un riconoscimento che ne rende appetibili anche i prodotti nei mercati nazionali.

Il turismo itinerante muove ogni anno più di cinque milioni e mezzo di persone, per un fatturato di settore che si attesta, negli ultimi anni, a una media di circa 2,7 miliardi di euro l’anno. I camperisti, da quanto emerge nei rapporti di settore, prediligono proprio i piccoli borghi alle realtà più affollate, per questo motivo l’iniziativa di Pietrabbondante si è rilevata vincente, e può rappresentare un volano perché anche altre realtà vicine realizzino iniziative simili volte alla realizzazione di un circuito turistico naturalistico nell’alto Molise.