Avventure lunari in Basilicata

Sasso di Castalda, nell’entroterra potentino, è un grazioso borgo caratterizzato da stradine strette, ripidi pendii, scorci incantevoli e panorami di sublime bellezza. Ma la cosa che maggiormente cattura l’attenzione del visitatore, e che lascia senza fiato, è il Ponte alla Luna.

Un suggestivo percorso per amanti dell’avventura. Quando si arriva alla maestosità del ponte tibetano a passerella d’assi più lungo d’Europa coglie un inevitabile brivido. Inaugurato nell’aprile del 2017 ha da subito promesso grandi suggestioni ed emozioni adrenaliniche. Un percorso acrobatico naturalistico, un ponte sospeso nel vuoto, con una campata unica di 300 metri, a più di 100 metri di altezza. Il percorso dei ponti tibetani ( in realtà sono due) di Sasso Castalda, si sviluppa sulle sponde di fosso Arenazzo che si apre proprio ai piedi del suggestivo centro storico.

Come raggiungerlo

Attraverso le stradine che si diramano tra le caratteristiche abitazioni in pietra, si raggiunge la partenza del primo ponte, quello di prova: il Ponte Petrocco, lungo 95 metri e sospeso a 30 metri di altezza, per misurare il proprio coraggio. Esame superato, i temerari potranno attraversare il Ponte alla Luna. Il tutto, ovviamente, in assoluta sicurezza. Infatti prima di accedere ai ponti si viene imbracati a tutela della propria incolumità. La durata totale del percorso dei due ponti tibetani è di circa 1 ora e mezza. Una curiosità: il nome Ponte alla Luna è un omaggio a Rocco Petrone originario del luogo, che fu direttore di lancio  dell’Apollo 11, la famosa missione che portò l’uomo sulla luna.

Per informazioni e prenotazioni: tel. 3470979181

Le Riviste

È possibile acquistare la rivista Caravan e Camper Granturismo tutti i mesi in formato cartaceo, oltre che nel formato digitale su Magzter o Zinio.

 

GS Guida alla Sosta Italia cartacea dal 2000 è venduta in edicola, annualmente aggiornata da fine giugno a fine agosto.

 

È acquistabile durante le fiere di settore presso lo stand MAG Editori oppure richiedendone copia direttamente alla redazione o ancora online sempre su Magzter o Zinio.