Il vantaggio di possedere un veicolo ricreazionale è quello di poter uscire dalle rotte turistiche conosciute e affollate per potersi godere nuove mete in tutta tranquillità.

Arrivati in Danimarca, per esempio, si potrebbe avere voglia di sostare in un’area sosta immersa nella campagna, godere di una vista mozzafiato e gustare la migliore birra artigianale.

Per offrire aiuto ai turisti in libertà Henriette e Peter Rask hanno creato Pintrip, una guida dettagliata di luoghi autentici e nascosti della Danimarca.

La coppia ha individuato 184 host felici di aprire le proprie porte e offrire da 1 a 3 posti per camper in zone splendide e ancora poco conosciute del paese come per esempio Skovgaard Gårdbutik, località di Them, nella Danimarca centrale e altri luoghi ideali per una vacanza all’insegna della tranquillità in pieno spirito hygge – l’arte danese di condividere e gioire delle piccole cose quotidiane.

L’ idea è quella di supportare le comunità locali sfruttando il turismo in libertà che solamente in Danimarca vede un’utenza composta da circa due milioni di camperisti che quindi, giunti a destinazione, potranno assaggiare le specialità tipiche direttamente nei luoghi dove sono prodotte e ricevere suggerimenti da esperti locali.

La guida Pintrip, il cui costo è pari a 25 euro, è rivolta esclusivamente ai camperisti ed è in lingua inglese ma utilizza pittogrammi e informazioni GPS internazionali.

https://pintrip.eu