Nel cuore di Ortigia, il centro storico di Siracusa, si incontra il Museo del mare SirMuMa.

Situato nell’ex chiesa di Santa Maria in Ara Coeli, storico edificio del 1500. Primo, ed unico in Sicilia, e in tutto il Mediterraneo meridionale. Il museo racconta la storia millenaria di Siracusa e ciò che il mare ha rappresentato per questa città: memoria, cultura popolare, tradizioni e attività lavorative legate al mare, come quella dei carpentieri navali, i calafatari. Lunghi drappi di reti, cadenti dall’alto soffitto, nasse e ceste d’ogni grandezza fanno da ornamento alla prima sezione nella grande sala. Si può vedere come si progetta e si assembla un’imbarcazione con efficienti metodi tradizionali. Nella seconda sezione sono esposti tutti gli attrezzi per lavorare il legno utilizzato per la costruzione d’imbarcazioni. E’ questa una collezione unica al mondo, di ben 250 pezzi costruiti manualmente. (quelli più vecchi risalgono alla fine dell’Ottocento) prelevati dall’antico Cantiere Navale di Siracusa, prima che avvenisse la sua dissoluzione alla fine degli anni ’80. Nel soppalco sono esposti i modellini delle imbarcazioni che hanno frequentato il porto di Siracusa. Chiude la mostra una riproduzione in scala 1:100 della Tonnara di Marzamemi, dove si visualizza il percorso da nord a sud dei tonni, che si conclude nella camera della morte.