Castro dei Volsci si appresta a trasformarsi in un presepe. Il 22, 26 e 29 dicembre 2019 e il 1° e 6 gennaio 2020 il “Paese diventa Presepe”, titolo anche della rievocazione vivente della Natività, in costume ciociaro, che coinvolge il borgo laziale da oltre vent’anni. Tra vicoli, archi, stradine, cantine e angoli caratteristici verranno rappresentate scene di vita quotidiana e antichi mestieri della comunità contadina ciociara. Tante saranno le attività che renderanno unica questa manifestazione. Ad iniziare dalle botteghe storiche che verranno allestite ogni giorno nel centro cittadino. Inoltre, ogni giornata vedrà eventi diversi. Il 22 la Madonna e San Giuseppe a cavallo di un asinello reale, faranno il giro del circuito alla ricerca della grotta per la natività e si terrà il concerto della banda di Patrica in chiesa. Il 26, con la collaborazione degli alunni della scuola primaria, si esibirà un coro di angioletti e si visiterà la natività accompagnati dagli zampognari. La rievocazione dell’assalto dei briganti al borgo si svolgerà, invece, il 29 dicembre.  Il 1° gennaio sarà la volta del ricordo della visita dei pastori alla grotta della Natività e del concerto di capodanno a cura di Civitatis Cantores. Il 6 gennaio, infine, i Re Magi, accompagnati da tutta la folla dei figuranti, sfileranno per la città, mentre in mattinata la Befana distribuirà i doni. Crespelle, salsicce castresi, pizze fritte, dolci e vino locale saranno tra i protagonisti delle degustazioni gastronomiche che si terranno nei giorni di festa. La manifestazione, ad accesso gratuito, si svolgerà nel pomeriggio, dalle 15 alle 20.