Il presidente dell’Unione Club Amici, Ivan Perriera, ha inviato una richiesta d’incontro a Dario Franceschini atta a valutare le future, e auspicate, possibilità di ripresa del turismo – e quindi del nostro settore, nel nostro Paese. Ferme restando le attuali disposizioni in termini di sicurezza, l’assoluto rispetto dei tempi e di quanto necessario per evitare contagi, Perriera ha ritenuto doveroso offrire al Ministro la propria collaborazione per cominciare a valutare le modalità di un eventuale rilancio delle attività turistiche del territorio, ritenendo che, fra tutti i protagonisti del turismo, la parte relativa ai v.r. possa offrire le maggiori garanzie.

Numerosi i vantaggi a favore della ripresa del nostro settore: i veicoli ricreazionali, a differenza di bus, treni o aerei, garantiscono agli utenti spostamenti sicuri all’interno del proprio veicolo, igienizzato come casa propria; le attrezzature a bordo dei mezzi permettono ai turisti di essere autonomi e di non utilizzare ristoranti, trattorie o bar (almeno fino a quando questi non possano riprendere le proprie attività) per il sostentamento.

I camper e le caravan permettono i pernottamenti a bordo degli stessi veicoli, evitando l’utilizzo di strutture e servizi come hotel, B&B, ostelli, ecc. Campeggi, aree attrezzate, agricampeggi garantiscono piazzole distanti più del metro richiesto per il rispetto delle misure di contenimento. Unico punto d’attenzione potrebbe riguardare i servizi (bagni, docce), per il cui utilizzo andrebbero studiate le modalità.