Durante il convegno indetto al T&O di Parma da Promocamp Italia il Presidente, Luigi Boschetti, ha messo in tavola proposte formali che facilitino una normativa atta a favorire il connubio tra le nuove spinte all’autonomia delle regioni e l’opportunità di un’offerta turistica a livello nazionale. L’Assessore al Turismo dell’Emilia-Romagna, Andrea Corsini, ha rilevato le potenzialità di sviluppo del turismo in camper e caravan e l’attuale suo contributo, impegnandosi a valorizzare il rapporto con le destinazioni locali.

Il rappresentante dell’Associazione Borghi Autentici d’Italia, Alberto Renzi, ha evidenziato come le piccole realtà siano pronte a creare reti di comunità ospitali con aree di sosta e servizi. La Presidente del Comitato per lo Sviluppo Sostenibile della Camera dei Deputati, On.le Maria Edera Spadoni del Movimento Cinque Stelle, ha sottolineato l’aspetto della sostenibilità anche nel turismo della mobilità. Centrale in questo dovrebbe essere la realizzazione di network di alta formazione turistica e l’impegno per il risanamento ambientale (obiettivi di Agenda 2030 dell’Onu, di cui la deputata fa parte).

Sono intervenuti anche i consiglieri regionali della Lombardia Marco Tizzoni e Carolina Toia, molto attivi nell’approvazione della nuova legge sul turismo all’aria aperta, avviata tempo fa in collaborazione con Promocamp Italia. In chiusura l’Assessore all’Agricoltura e Agriturismo della Regione Lombardia, Gianni Fava, componente della commissione lombarda per l’autonomia – guidata dal Presidente Maroni – ha dichiarato che la trattativa con il Governo nazionale è ad un passo dall’accordo. Ha ringraziato Promocamp Italia per “gli stimoli offerti al dibattito” sulle possibilità di sviluppo del territorio lombardo, che vanta 1.600 agriturismi e che potrà certamente contare sul contributo del turismo legato al caravanning, soprattutto per le piccole realtà diffuse nel territorio.