Alla fine di maggio riapre il Museo di Sigmund Freud a Vienna. Una nuova rassegna permanente con una moderna presentazione racconta la vita di Sigmund Freud e della sua famiglia in Berggasse 19, nel IX distretto, dove il padre della psicoanalisi visse fino al 1938. Un’infrastruttura nuova e ottimizzata agevola la visita: grazie ad un ascensore si possono ora raggiungere facilmente tutti i piani dell’edificio. L’apertura di nuovi spazi al piano rialzato e al mezzanino offre ai visitatori la possibilità di visitare più ambienti e in particolare l’abitazione privata di Freud, e di scoprire la collezione di concept art del museo, che comprende anche lavori di Franz West, Joseph Kosuth e Jenny Holzer. Nel corso della ristrutturazione è stata riallestita anche la Biblioteca della Psicoanalisi, la più vasta di studio  in Europa dedicata ad un’unica disciplina, che conta ben 40.000 pubblicazioni. Una nuova sala polivalente per lettura e manifestazioni culturali rappresenta il cuore della biblioteca.