Il maxiponte tra Pasqua e 1° maggio fa prevedere un boom di turisti.

In particolare dei Turisti in Libertà, che invaderanno le strade del Belpaese.

Secondo CNA Turismo e Commercio tra gli aderenti alla Confederazione, si stima infatti che saranno circa 26 milioni i turisti (di cui 7,5 milioni di stranieri) in Italia.

Di questi, l’APC – Associazione Produttori Caravan e Camper prevede circa 1 milione di viaggiatori (80% italiani, 20% stranieri) che privilegeranno l’esperienza ricreazionale a bordo di un camper, puntando in particolare sui borghi italiani, massima espressione del patrimonio artistico, culturale ed enogastronomico del nostro Paese.

Le mete enoturistiche più gettonate secondo l’associazione saranno Bolgheri e San Giminiano (Toscana), seguite al terzo e quarto posto dalle piemontesi Barolo e Casale Monferrato.

Al quinto posto Asolo in Veneto e, a seguire Montefalco (Umbria) e la lombarda Bormio.

Caltagirone (Sicilia) si piazza come ottava meta preferita e, al nono posto troviamo la pugliese Trani.

Chiude l’elenco l’Abruzzo con Scanno.

Secondo Simone Niccolai, presidente APC, quest’anno per la maggiore andranno i borghi legati all’enoturismo.

Sono infatti sempre di più le cantine che aprono le loro porte ai camperisti per una visita con degustazione ma anche per una cena e per un pernottamento con il proprio camper all’interno dell’azienda.

Il camper è il mezzo che meglio si adatta alla vacanza breve proprio perché offre la possibilità di decidere all’ultimo momento la meta di destinazione o la sosta.

Il veicolo ricreazionale permette, inoltre, di sentirsi sempre e comunque a casa propria, al punto di portarsi con sé un amico a quattro zampe senza alcun problema o limitazione.

Lui sarà felicissimo perché, generalmente, gli animali domestici in camper si divertono un sacco.

www.associazioneproduttoricamper.it