L’azienda Al-Ko Kober Gmbh/srl di Vandoies, in provincia di Bolzano, festeggia quest’anno il suo 50° anniversario.

Fondata nel 1970, la sede è oggi uno dei principali stabilimenti di produzione di Al-Ko Vehicle Technology, azienda globale con oltre 3000 dipendenti, 30 sedi in Europa, in Sud America, Asia, Australia e con un fatturato annuo di oltre 600 milioni di dollari. La filiale di Vandoies, un piccolo paese della Val Pusteria, è tra i primi insediamenti esteri del gruppo e ha oggi un organico formato da circa 150 dipendenti.

Con una forte specializzazione nel settore dei rimorchi per autoveicoli, gli stabilimenti producono freni a repulsione, giunti stabilizzatori e assali per tutti i mercati del mondo. Dal 2018 qui vengono fabbricati anche giunti pressofusi prima prodotti negli stabilimenti tedeschi del gruppo, a conferma dell’importanza strategica della sede italiana. L’anniversario che ricorre quest’anno è stato per Al-Ko, come per tutte le aziende, fortemente influenzato dalla pandemia e l’impianto di Vandoies è stato costretto a chiudere la produzione per alcune settimane.

Sottolineando la volontà di festeggiare in modo diverso l’amministratore delegato, Gerd Stoll, ha premesso come fosse in programma una grande festa con tutti i collaboratori, con l’azienda aperta ed eventi celebrativi; naturalmente il programma è saltato a causa della pandemia. Ha aggiunto che, come molte realtà, anche Al-Ko ha registrato un importante calo delle vendite nel primo lockdown, ma che, con il sostegno
della politica provinciale altoatesina, che ha permesso la ripresa dopo sole tre settimane e soprattutto l’impegno di tutto il team, la produzione è ripartita con slancio raggiungendo gli obiettivi di vendita previsti.

La storia

La filiale di Vandoies è nata nel 1970 con lo scopo di abbattere i costi logistici e di trasporto dei telai destinati ai produttori italiani di caravan con sede in Toscana. L’Alto Adige è stato scelto per semplificare le comunicazioni con i quartieri generali che hanno sede a Kötz, in Germania. Oggi il fiore all’occhiello della produzione di Vandoies è il giunto a sfera con dispositivo di stabilizzazione, il modello AKS, in grado di attutire i movimenti di sbandamento e beccheggio del rimorchio durante la marcia.

Al-Ko

Altrettanto importante è il freno a repulsore, l’elemento che provvede a trasmettere l’azione frenante del veicolo trainante ai freni del rimorchio, tramite una leva meccanica. Nel 2017 è stato prodotto il freno a
repulsore numero 325.000.

Collaboratori coinvolti

La filosofia manageriale della filiale di Vandoies è sempre stata improntata al coinvolgimento dei collaboratori e delle maestranze al fine di migliorare i processi interni.
Un anno fa è stato introdotto un sistema di gestione delle idee, che premia la collaborazione attiva della forza lavoro quando contribuisce a conseguire migliori performance di produttività, diminuzione dei costi, ma anche riduzione dei margini di errore. Stoll ha aggiunto che questa filosofia, mirata a definire con precisione le responsabilità e il raggio d’azione dei singoli dipendenti e garantire obiettivi definiti e comprensibili, era già stata attuata anche prima del suo incarico.

Si è detto convinto che questo sistema offra a ogni membro della squadra un alto grado di libertà creativa e possa offrire un’occasione per partecipare ai successi dell’azienda. In questo modo la filosofia di Al-Ko si
traduce anche in nuove prospettive e opportunità per ogni individuo.