Dopo un grande successo nel 2015, le vendite del settore europeo dei veicoli ricreazionali proseguono con una tendenza al rialzo. I dati di vendita relativi ai primi quattro mesi di quest’anno mostrano che l’industria europea del caravanning ha registrato una robusta crescita nelle vendite del 10,7% nelle immatricolazioni di caravan e camper, dati di gran lunga superiori all’anno precedente. Le cifre di immatricolazione in Europa indicano chiaramente che il caravanning ha ampiamente recuperato. Un certo numero di mercati dei veicoli per il tempo libero che aveva già registrato una crescita delle vendite nel 2015 dopo cali precedenti, ha raggiunto tassi di crescita a due cifre per i primi quattro mesi di quest’anno rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (Spagna con il 25,1 per cento, Svezia con 19 per cento e Danimarca, con il 14,5 per cento).

La richiesta di autocaravan nel mercato europeo è stata molto forte in questo periodo, le vendite di nuovi camper sono state pari a 37.810 unità, registrando un robusto aumento del 15,4 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. La Germania – leader nella vendita di v.r. nuovi in Europa – ha registrato un impressionante 25,6 per cento, cioè un vero e proprio salto di vendite nei primi quattro mesi del 2016. Anche se nel 2014 le vendite di v.r. in Spagna sono state tra le più basse in Europa, quest’anno sono aumentate addirittura del 140 per cento rispetto allo stesso periodo nel 2014. Durante i primi quattro mesi di quest’anno anche le vendite di caravan europee hanno continuato a registrare una robusta crescita pari al 4,9 per cento (27.627 unità). Sulla base delle vendite 2015, quest’anno l’Olanda ha registrato un incremento, raggiungendo il 9,4 per cento in più.

Queste sono stati i dati presentati alle personalità del settore caravanning dall’ della European Caravan Federation (ECF) durante il convegno annuale che quest’anno si è tenuto a Montreux, in Svizzera, a fronte dei quali il segretario generale dell’associazione, Hans-Karl Sternberg, si è dichiarato fiducioso che la crescita delle vendite continuerà a ritmo sostenuto in Europa anche quest’anno.