Nello scorso aprile sono stati 6.529 gli autocaravan venduti in Germania; di questi 4.704 su base Fiat Ducato.

Diversa la situazione generale per i veicoli in Germania, dove il marchio Fiat ha solo il 2,5 per cento sul totale della flotta di veicoli nel 2016; ben superiori i numeri per  VW (9,4 per cento) e per Mercedes, al primo posto con il 21,6 % di vendite.

Secondo i lettori della rivista tedesca Promobil, tuttavia, Fiat Ducato occupa la pole position da anni e anche per il 2017 è stato eletto base meccanica più popolare. Per capire la ragione per la quale il Ducato risulta essere la scelta migliore sui camper, malgrado i dati tra vendite generali e scelta per i veicoli ricreazionali siano in contrapposizione, bisogna risalire al 1982. A quel tempo i primi furgoni Ducato uscivano dalle stesse linee di produzione della società che ancora oggi costruisce il furgone di successo: la Sevel (Società Europea Veicoli Leggeri), che ha sede in Italia ed è una joint venture tra Fiat e Peugeot/Citroen. L’avvento del Ducato nel settore caravanning fu una piccola rivoluzione tecnica: la trazione anteriore era una grande novità in questo segmento e il motore trasversale anteriore permise che la cabina guida non fosse impegnata, consentendo ai produttori di camper di ampliare l’intera parte posteriore del veicolo secondo i propri desideri e progetti.
Inoltre il Fiat Ducato non ha l’albero di trasmissione per azionare l’asse posteriore, sul quale manca anche il differenziale. Il risparmio di peso è particolarmente importante soprattutto per i veicoli destinati alla patente b. Ducato risultò quindi il più leggero veicolo di base per i camper. Uno dei primi costruttori ad adottarlo fu Dethleffs: il veicolo fu subito ben accolto presso la comunità dei camperisti e l’utilizzo del Ducato come base meccanica si espanse a macchia d’olio.

Altro punto di forza è la collaborazione duratura e pro attiva da parte di Fiat con i costruttori ai quali, avendo riconosciuto le potenzialità del settore, offrì un telaio costruito appositamente per il camper a partire dal 2006. Una linea di produzione Sevel è destinata in esclusiva al Ducato camper; questo ha consentito di ottimizzare i costi, tanto che Fiat ha dedicato anche listini speciali ai produttori che utilizzino in esclusiva le meccaniche Ducato.

Non meno importante il servizio clienti dedicato ai camper: i tecnici della rete Fiat Camper Assistance hanno competenze necessarie a comprendere le esigenze specifiche dei possessori di camper ed interpretarne i bisogni. Oggi oltre 6.500 officine Fiat in tutta Europa sono specializzate nell’assistenza al Ducato camper.

Inoltre, il telaio Fiat Ducato si adatta allo schema di progettazione dei produttori di camper anche in accoppiata al telaio Al-ko. Questo permette di ottimizzare il veicolo di base per una grande varietà di applicazioni, che può essere abbassato ulteriormente ed è possibile realizzare un doppio pavimento. Anche il passo grazie ad Al-ko è variabile e questo costituisce un altro vantaggio; l’interasse può essere spostato con incrementi di 10 centimetri.

www.fiatprofessional.com