Le fave di San Nicola

A Pollutri, comune situato nell’Abruzzo teatino, il culto di San Nicola di Bari, santo dei miracoli e dei doni, è particolarmente sentito dalla popolazione locale. Qui si trova infatti la Casa di San Nicola, fulcro della vita religiosa e sociale. Due sono gli appuntamenti tradizionali legati al culto del Santo: uno in maggio e uno a dicembre. Il primo ricorda la traslazione delle reliquie da Myra a Bari, il secondo il giorno della sua morte, il 6 dicembre. Caratteristica della festa dicembrina è la cottura delle fave, che avviene il 5 dicembre. Nella Casa di San Nicola sotto l’occhio vigile del priore e della priora, eletti a capo dei lavori, vengono scelte le fave da cuocere sul fuoco sempre acceso. Dopo la Santa Messa e la benedizione, sul sagrato della chiesa si accendono i fuochi delle pentole piene di fave. La cura del fuoco viene affidata ai ragazzi. Una volta giunta a bollitura l’acqua dei paioli, la priora e le donne del comitato vi getteranno il sale. Il 6 dicembre, le fave, una volta cotte, verranno consegnate e distribuite porta a porta dagli uomini del paese, i quali torneranno nella casa del Santo pregando e procedendo in ginocchio. A chiusura della festa si terrà la processione e la ricollocazione del busto del Santo nella casa di un notabile che la custodirà fino al prossimo maggio.

Le Riviste

È possibile acquistare la rivista Caravan e Camper Granturismo tutti i mesi in formato cartaceo, oltre che nel formato digitale su Magzter o Zinio.

 

GS Guida alla Sosta Italia cartacea dal 2000 è venduta in edicola, annualmente aggiornata da fine giugno a fine agosto.

 

È acquistabile durante le fiere di settore presso lo stand MAG Editori oppure richiedendone copia direttamente alla redazione o ancora online sempre su Magzter o Zinio.