Dopo oltre 7.800 chilometri, i quattro veicoli Iveco hanno portato a termine la gara con un 6° posto per Janus van Kasteren: solo i migliori  hanno raggiunto l’obiettivo di tagliare il traguardo in questa competizione incredibilmente impegnativa

Ben dodici giorni di gara, 5.000 chilometri cronometrati e oltre 50 ore trascorse con il piede ben piantato sull’acceleratore. Ecco il quadro riassuntivo delle ultime due settimane per i componenti del Team Petronas De Rooy Iveco, che quest’anno non hanno potuto contare su Gerard de Rooy, costretto ad astenersi dalla gara per via di un problema alla schiena.

Nonostante tutto, l’olandese è rimasto in Arabia Saudita per tutta la durata del rally, per guidare e consigliare i componenti del Team, del cui lavoro si è detto soddisfatto. Il due volte vincitore della Dakar ha sottolineato le ottime prestazioni di Janus van Kasteren, che con il suo 6° posto in classifica generale ha ottenuto il miglior risultato del Team. L’olandese è riuscito a salire sul podio nella prima parte della competizione e a rientrare nella Top 10 in metà delle prove speciali. Dimostrando grande costanza, Van Kasteren ha portato il suo Powerstar #505 alle porte della Top 5. Insieme a Van Kasteren, il Powerstar #522 di Vick Versteijnen era uno dei veicoli scelti per gareggiare tra i migliori e assistere il compagno di squadra in caso di problemi.

505 Van Kasteren Janus (nld), Rodewald Darek (pol), Snijders Marcel (nld), Iveco, Petronas Team de Rooy Iveco, Truck, Camion, action during Stage 8 of the Dakar 2020 between Wadi Al-Dawasir and Wadi Al-Dawasir, 713 km – SS 474 km, in Saudi Arabia, on January 13, 2020 – Photo Francois Flamand / DPPI

Problemi per Versteijnen

Tuttavia, la situazione di Versteijnen si è complicata durante la 4° tappa, quando un problema meccanico gli ha impedito di lasciare la linea di partenza, obbligandolo a ritirarsi dalla competizione. Il pilota ha potuto continuare a correre la cosiddetta “Dakar Experience”, ma i suoi tempi non hanno più avuto rilevanza per la classifica generale: in ogni caso, è riuscito a entrare nella Top 10 nella 5° e 7° tappa, quando il suo obiettivo primario era quello di assistere Van Kasteren.

Questa Dakar 2020 ha visto l’ingresso di due nuovi piloti nel Team Petronas De Rooy Iveco: Albert Llovera e Michiel Becx, che ha avuto il compito di fornire assistenza ai propri compagni.

Llovera ha gareggiato con un veicolo adattato alle sue peculiari esigenze, per via delle conseguenze di un incidente sugli sci risalente a diversi anni fa, ed è riuscito a ottenere buoni risultati, tagliando il traguardo nella Top 20 in ben 10 tappe su 12. L’andorrano ha ottenuto il suo miglior risultato in una Dakar, piazzandosi 15° in classifica generale. Da parte sua, Becx si piazza subito dietro Llovera in 16° posizione.

Con il pensiero già rivolto alla Dakar 2021, che si terrà ancora una volta in Medio Oriente, il Team ha dato inizio ai preparativi per la prossima edizione, valutando le prestazioni, i risultati e tenendo conto della conoscenza del terreno acquisita in queste due settimane di gara in Arabia Saudita.